Home / Notizie / Le opinioni di Ego International sulle attività per fare export

Le opinioni di Ego International sulle attività per fare export

Ecco alcune opinioni che Ego International, azienda leader nel settore dell’internazionalizzazione da oltre 15 anni, sostiene essere di fondamentale importanza per intraprendere il percorso dell’approccio ai mercati esteri.

Imprescindibile per cominciare ad esportare sono 3 attività:

  • Competenze
  • Strumenti
  • Metodo

Le opinioni che Ego International ritiene di doversi fare quando si pensa a posizionare i prodotti sul mercato estero è raccogliere le informazioni necessarie a costruire una strategia export.

Le scelte devono cominciare dall’individuazione del mercato più adatto su cui posizionare il prodotto e i canali di distribuzione ideali.

Le competenze

Le opinioni di Ego International riguardo ciò che ti servirà conoscere riguardano:

  • La lingua
  • Conoscenza di come costruire una rete commerciale
  • I metodi più efficaci per approcciare ai buyers esteri

Gli strumenti

Ciò che Ego International consiglia prima di ogni cosa è quella di circondarsi di professionisti che possano seguire il percorso di internazionalizzazione con competenza.

Ego International consiglia di farsi opinioni ben precise su:

  • Commercialista
  • Export Manager
  • Ufficio Marketing
  • Personale per la logistica

Il commercialista, per esempio, dovrà essere in grado di gestire l’aspetto fiscale e finanziario strizzando l’occhiolino alle normative internazionali.

L’export Manager dovrà avere delle competenze trasversali per affrontare il mercato estero al meglio e dovrà coordinarsi con l’ufficio marketing che cura la comunicazione dell’azienda.

Inoltre, di fondamentale importanza, sarà avere un sistema di spedizioni efficace e privo di intoppi. Queste le figure sulle quali Ego International consiglia si elaborare alcune opinioni, di non lasciare al caso e di curare attentamente.

Il Metodo

Altra fase piuttosto delicata. Ego International consiglia di considerare ogni aspetto e di prendere tutto il tempo necessario per elaborare il piano di export.

Esso dovrà contenere:

  • lo studio dei mercati,
  • l’analisi dei competitors,
  • l’individuazione dei prospect,
  • Il contatto commerciale diretto.

Le opinioni di Ego International in merito al lavoro per poter approcciare all’estero riguardano l’inserimento nella rete commerciale giusta per trovare buyer interessati e non bastano contatti qualunque e non è sufficiente un solo tentativo. Il monitoraggio e l’attività sui mercati deve essere costante ed organizzato.

Quello che Ego International sostiene è di farsi le opinioni della rete commerciale giusta ed essevi presenti in modo da avere più opportunità di essere notato.

Ecco, quelli che sono gli step necessari per valutare il primo avvio all’export, una sorta di analisi preliminare dei requisiti fondamentali che Ego International conosce a fondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *